I Dolcissimi.................

Ho sempre adorato cucinare e in particolare fare dolci, ma non quelli da grandi chef complicati e difficili.....Una bella torta di mele, una soffice torta al cioccolato, l'importante è che sia fatta con semplicità e amore e che delizi i palati che le gusteranno.....LA DOLCEZZA E' IL BENE PIU' PREZIOSO DA DONARE A CHI SI AMA !

Lettori fissi

domenica 16 ottobre 2011

***CIAMBELLA CON ZUCCA E MANDORLE***

http://vecchisapori.blogspot.com
INGREDIENTI :  300 gr di farina - 100 gr di burro - 120 di zucchero -2 uova- 100 gr di mandorle spellate a fettine- 4-5 amaretti - 300 gr di polpa di zucca - 1/2 bustina di lievito per dolci Pan degli Angeli -1/2 fialetta di essenza di mandorla.

Lavorate i tuorli d'uovo con il burro ammorbidito a temperatura ambiente , aggiungete lo zucchero  fino a ottenere un impasto cremoso e bene omogeneo. Mettete la farina setacciata , il lievito e amalgamate bene il tutto. Versate la polpa di zucca e gli amaretti che avrete tritato insieme nel frullatore anticipatamente, aggiungete gli albumi montati a neve lavorando l'impasto dal basso verso l'alto delicatamente , facendo attenzione che non smonti. Versare le mandorle ( lasciandone un pò per la farcitura ) e la 1/2 fialetta nell'impasto e amalgamare bene . Versare il tutto in uno stampo per ciambelle imburrato e infarinato , rifinire con le mandorle rimaste e infornare in forno già caldo a 180°C per 40 minuti...Ottima per la colazione ....Mi era rimasta della zucca e ne ho approfittato per fare questo dolce...inzuppato nel latte è delizioso!!!!!

4 commenti:

  1. Che bella questa ciambella di zucca, che in questo periodo è perfetta :)

    RispondiElimina
  2. Bella ciambella devo provarla.....Buona serata

    RispondiElimina
  3. buona questa ciambella...ottima ricetta!!!

    RispondiElimina
  4. bellissima torta complimenti
    anche io ho un blog http://saleecoccole.blogspot.com ma non sono brava come te con i doci.
    vieni a vedere se ti va e seguimi..io l'ho fatto con il tuo e verro' a visitarti spesso per imparare ciaooo

    RispondiElimina

°°° ER PORCO E ER SOMARO°°°

Una mattina un povero Somaro, ner vede un Porco amico annà ar macello, sbottò in un pianto e disse:-" Addio, fratello: nun se vedemo più, nun c'è riparo! " -Bisogna esse filosofo, bisogna; -iè disse er Porco -via, nun fà lo scemo chè forse un giorno se ritroveremo in quarche mortadella de Bologna! TRILUSSA