I Dolcissimi.................

Ho sempre adorato cucinare e in particolare fare dolci, ma non quelli da grandi chef complicati e difficili.....Una bella torta di mele, una soffice torta al cioccolato, l'importante è che sia fatta con semplicità e amore e che delizi i palati che le gusteranno.....LA DOLCEZZA E' IL BENE PIU' PREZIOSO DA DONARE A CHI SI AMA !

Lettori fissi

martedì 18 gennaio 2011

Focaccia al vino rosso e rosmarino

Basta prendere 350g di farina tipo "0",-160 ml di vino rosso corposo,-120 ml di acqua tiepida,- 15g di lievito di birra,- 100g di pecorino grattuggiato,- 60 ml di olio extravergine di oliva,-1/2 cucchiaino scarso di sale,- rosmarino.
Sciogliete il lievito in mezzo bicchiere d'acqua e scioglete a parte il sale in un pò d'acqua. Setacciate la farina in una zuppiera e aggiungete il lievito sciolto, l'acqua salata, l'olio e il vino rosso.Amalgamate bene tutti gli ingredienti, rovesciate la pasta sulla spianatoia e lavoratela bene, poi lasciatela lievitare per un paio d'ore. A lievitazione ultimata manipolate la pasta, accorpate il pecorino e il rosmarino e impastate ancora per amalgamare bene. Stendete la pasta in una teglia oliata, infine ungete la focaccia con l'olio.Con un pò di pasta formate delle ciambelline e mettetele nella teglia oliata. Cuocete in forno già caldo a 200°C per circa 30 min....Sono ottime.. si possono accompagnare con prosciutto, salame o con un pomodoro...a vostro piacere...

Nessun commento:

Posta un commento

°°° ER PORCO E ER SOMARO°°°

Una mattina un povero Somaro, ner vede un Porco amico annà ar macello, sbottò in un pianto e disse:-" Addio, fratello: nun se vedemo più, nun c'è riparo! " -Bisogna esse filosofo, bisogna; -iè disse er Porco -via, nun fà lo scemo chè forse un giorno se ritroveremo in quarche mortadella de Bologna! TRILUSSA