I Dolcissimi.................

Ho sempre adorato cucinare e in particolare fare dolci, ma non quelli da grandi chef complicati e difficili.....Una bella torta di mele, una soffice torta al cioccolato, l'importante è che sia fatta con semplicità e amore e che delizi i palati che le gusteranno.....LA DOLCEZZA E' IL BENE PIU' PREZIOSO DA DONARE A CHI SI AMA !

Lettori fissi

martedì 3 luglio 2012

***CROSTATA DOPPIA STAGIONE***

INGREDIENTI : Per la pasta :  100 gr di farina Manitoba - 150 gr di farina di castagne _ 100 gr di zucchero a velo vanigliato - 1 tuorlo d'uovo - 1 uovo intero - 80 gr di burro - 1/2 cucchiaino di lievito per dolci -.
Per la farcia : 250 gr di formaggio spalmabile ( ho usato il Philadelphia) -100 gr di zucchero semolato - 1 uovo -  100 ml di panna fresca - 1 bustina di vanillina -  2 pesche -.


http://vecchisapori.blogspot.com
Preparate la pasta per la crostata. Unite le due farine, aggiungere lo zucchero vanigliato, il lievito, le uova, il burro ammorbidito tagliato a pezzetti e amalgamate bene  fino a formare una palla che metterete in frigo , coperta con la pellicola per alimenti, per circa 30 minuti. Per la farcia : Mettete in  una terrina     il formaggio, lo zucchero, la vanillina  l'uovo, la panna e amalgamare bene. Lavate accuratamente le pesche , tagliatele a pezzi e mettetele nel mixer , frullate. Aggiungetele al composto  Prendete la pasta dal frigo e con il mattarello formate un disco che adagerete su una teglia per crostata ricoperta con carta da forno, con i rebbi di una forchetta bucherellate il fondo della pasta. Ricoprite con la farcia tutta la base della pasta, mettete in forno già caldo a 180°C per 30-35 minuti. Sfornate e spolverate con zucchero a velo.... Questa torta l'ho chiamata doppia stagione in quanto ho messo la farina di castagne che è autunnale e le pesche che invece sono tipicamente della stagione estiva!!!!

4 commenti:

  1. Lucilla carissima ma tu , personalmente me, mi vuoi liquefatta!!!!!!! Forno acceso con sto' caldo non se ne parla tengo nota per l'autunno. Un abbraccio ciaooo

    RispondiElimina
  2. Lo so è stata dura anche per me...ho tenuto il condizionatore acceso per tutto il pomeriggio...A presto

    RispondiElimina
  3. Ciao, passo per avvisarti che sei ancora in tempo per partecipare al mio nuovo contest sulla cucina al microonde!

    http://panperfocaccia-grianne.blogspot.it/2012/05/contest-cucina-al-microonde-con-lekue.html

    Buona serata!
    Cristina

    RispondiElimina

°°° ER PORCO E ER SOMARO°°°

Una mattina un povero Somaro, ner vede un Porco amico annà ar macello, sbottò in un pianto e disse:-" Addio, fratello: nun se vedemo più, nun c'è riparo! " -Bisogna esse filosofo, bisogna; -iè disse er Porco -via, nun fà lo scemo chè forse un giorno se ritroveremo in quarche mortadella de Bologna! TRILUSSA