I Dolcissimi.................

Ho sempre adorato cucinare e in particolare fare dolci, ma non quelli da grandi chef complicati e difficili.....Una bella torta di mele, una soffice torta al cioccolato, l'importante è che sia fatta con semplicità e amore e che delizi i palati che le gusteranno.....LA DOLCEZZA E' IL BENE PIU' PREZIOSO DA DONARE A CHI SI AMA !

Lettori fissi

venerdì 17 febbraio 2012

***TORTA RUSTICA ZUCCHINE POLLO***

Ingredienti :  250 gr di farina -un pizzico di sale -125 gr di burro freddo a dadini - 55 gr di grana grattugiato -1 uovo - acqua fredda -
Per la farcitura : 2 zucchine medie - 1 petto di pollo intero - 1 scalogno : 1 scamorza affumicata . 1 uovo - olio di oliva - sale -.
http://vecchisapori.blogspot.com
Mettere la farina setacciata con il sale insieme al burro in una ciotola e unire il grana, l'uovo e l'acqua lavorando con le mani fino a ottenere un impasto morbido. Formare una palla e lasciare a riposare per circa 20 minuti in frigo. Intanto preparare la farcitura, lavare bene le zucchine e tagliarle a rondelle. Mettere in una padella lo scalogno tagliato sottile con un pò di olio e quando sarà leggermente imbiondito unire le zucchine e lasciarle cuocere, unire il petto di pollo lavato e tagliato a pezzetti ( può essere anche lessato prima), salare continuando la cottura per circa venti minuti sino a che non sarà ben cotto il pollo. Stendere la pasta  su di un piano di lavoro infarinato ottenendo un disco che andrete a sistemare su una teglia ricoperta con carta da forno spalmandola con un rosso d'uovo. Tagliare la scamorza a dadini e mettere un primo strato sulla pasta, sistemare la farcitura e aggiungere la restante scamorza. Sbattere un uovo e metterlo sul composto. Infornare in forno già caldo a 180°C per circa 30 minuti.......Ottimo sapore e fragranza .

1 commento:

  1. Un blog di vecchi sapori??? E chi se lo lascia sfuggire!!! E poi per una romana come me trovare anche la poesia di Trilussa... che te lo dico a fare!!! La torta rustica di zucchine è strabuonaaaa!!!!

    RispondiElimina

°°° ER PORCO E ER SOMARO°°°

Una mattina un povero Somaro, ner vede un Porco amico annà ar macello, sbottò in un pianto e disse:-" Addio, fratello: nun se vedemo più, nun c'è riparo! " -Bisogna esse filosofo, bisogna; -iè disse er Porco -via, nun fà lo scemo chè forse un giorno se ritroveremo in quarche mortadella de Bologna! TRILUSSA