I Dolcissimi.................

Ho sempre adorato cucinare e in particolare fare dolci, ma non quelli da grandi chef complicati e difficili.....Una bella torta di mele, una soffice torta al cioccolato, l'importante è che sia fatta con semplicità e amore e che delizi i palati che le gusteranno.....LA DOLCEZZA E' IL BENE PIU' PREZIOSO DA DONARE A CHI SI AMA !

Lettori fissi

giovedì 6 ottobre 2011

***IL MIO PANE ALLE PATATE***

Cosa c'è di meglio che sentire di mattina presto il buon profumo del pane che esce dal forno , e si spande per tutta la casa...
INGREDIENTI PER UN KG DI PANE :   250 gr di patate -500 gr di farina "O" -30 gr di olio extravergine d'oliva- 10  gr di zucchero semolato -250 ml di acqua- 1 cubetto di lievito di birra- 1 cucchiaino di sale-.
http://vecchisapori.blogspot.com

Lavate le patate con tutta la buccia e mettetele a lessare in una pentola con abbondante acqua salata. Appena cotte, passatele allo schiacciapatatr e raccoglietele in una ciotola, aggiungete lo zucchero, il lievito sciolto in un pò d'acqua. Versate la farina a fontana su di un piano da lavoro infarinato e al centro versate l'acqua, le patate, l'olio e il sale. Lavorate per almeno 20 minuti l'impasto fino a renderlo omogeneo, formate una palla ungetela con un pò d'olio, e mettetela in una ciotola a bordi alti ricoperta con un canovaccio e fatela riposare per circa un'ora. Passato questo tempo , riprendete l'impasto  e lavoratelo per altri 10 minuti  in modo di eliminare l'aria contenuta, date all'impasto la forma che più vi piace e sistematela su di una teglia ricoperta da carta da forno. Cuocete in forno già caldo a 200°C  per circa 20 minuti fino a che non prenderà un colore dorato. Sfornate e lasciate raffreddare.

Pre la preparazione di questo pane , preferite patate di pasta bianca a quelle di pasta gialla e ricordate di lessare le patate sempre con la buccia......DELIZIOSO PROFUMO E OTTIMO PANE!!!!!

1 commento:

  1. e' meraviglioso,mi piace tantissimo il pane con le patate,rimane molto soffice!
    molto brava
    ciao carla

    RispondiElimina

°°° ER PORCO E ER SOMARO°°°

Una mattina un povero Somaro, ner vede un Porco amico annà ar macello, sbottò in un pianto e disse:-" Addio, fratello: nun se vedemo più, nun c'è riparo! " -Bisogna esse filosofo, bisogna; -iè disse er Porco -via, nun fà lo scemo chè forse un giorno se ritroveremo in quarche mortadella de Bologna! TRILUSSA