I Dolcissimi.................

Ho sempre adorato cucinare e in particolare fare dolci, ma non quelli da grandi chef complicati e difficili.....Una bella torta di mele, una soffice torta al cioccolato, l'importante è che sia fatta con semplicità e amore e che delizi i palati che le gusteranno.....LA DOLCEZZA E' IL BENE PIU' PREZIOSO DA DONARE A CHI SI AMA !

Lettori fissi

giovedì 7 luglio 2011

*** CAKE AL CIOCCOLATO E CAFFE'***

INGREDIENTI : PER L'IMPASTO :250 gr di burro-200 gr di zucchero-1 bustina di vanillina Paneangeli-1  cucchiaio colmo di caffè solubile-1 pizzico di sale- 4 uova- 100 gr di cioccolato fondente- 200 gr di farina bianca- 100 gr di frumina Paneangeli- 3 cucchiai di latte- 40 gr di cacao amaro-1 bustina lievito Pane Degli Angeli- PER DECORARE : 100 gr di cioccolato fondente - 1 cucchiaino colmo di caffè solubile-.
http://vecchisapori.blogspot.com

Montare a crema il burro con lo zucchero, aggiungere gradatamente la vanillina, caffè e sale.Aggiungere un uovo alla volta, sbattendolo per mezzo minuto circa. Incorporare delicatamente il cioccolato tritato e la farina mescolata con la frumina, il cacao ,e per ultimo, il lievito setacciato, alternando l'aggiunta del latte. Versare in uno stampo a cassetta e cuocere per 60 minuti in forno preriscaldato a 180°C. Dopo 15 minuti di cottura incidere la superficie del dolce per tutta la sua lunghezza, con l'aiuto di un coltellino. Sciogliere il cioccolato a bagnomaria, incorporarvi il caffè e glassare la superficie del dolce raffreddato...Potete anche  spolverizzarlo con zucchero a velo.....BUONISSIMO!!!!

1 commento:

  1. mi pacciono le torte ciocco-caffè, questa tua mi sembra deliziosa per una colazione, ma anche da portarsi al mare o per un pic nic. Ti faccio i miei complimenti. Baci e buona giornata

    RispondiElimina

°°° ER PORCO E ER SOMARO°°°

Una mattina un povero Somaro, ner vede un Porco amico annà ar macello, sbottò in un pianto e disse:-" Addio, fratello: nun se vedemo più, nun c'è riparo! " -Bisogna esse filosofo, bisogna; -iè disse er Porco -via, nun fà lo scemo chè forse un giorno se ritroveremo in quarche mortadella de Bologna! TRILUSSA