I Dolcissimi.................

Ho sempre adorato cucinare e in particolare fare dolci, ma non quelli da grandi chef complicati e difficili.....Una bella torta di mele, una soffice torta al cioccolato, l'importante è che sia fatta con semplicità e amore e che delizi i palati che le gusteranno.....LA DOLCEZZA E' IL BENE PIU' PREZIOSO DA DONARE A CHI SI AMA !

Lettori fissi

lunedì 21 febbraio 2011

**** PASTA PER CROISSANT ****

Deliziosi e profumati croissant :300 gr di farina- 80 gr di burro- 1 dl di latte-1 cucchiaino di zucchero- 15 gr di lievito fresco di birra- sale.
Sciogliete bene il lievito in una tazza di latte tiepido, versate sulla spianatoia 200 gr di farina alla quale avrete già miscelato lo zucchero e un pizzico di sale; unite 20 gr di buro fuso( ma alla stessa temperatura degli altri ingredienti), il latte e il lievito. Lavorate a lungo per ottenere un impasto di media consistenza. Mettetelo a lievitare in luogo caldo per 4-5 ore. Rimettetelo sulla spianatoia e lavoratelo per ancora 10 min. Stendetelo con il mattarello, unite la farina e il burro rimasti e disponete il composto sopra l'impasto cosi da poterlo ripiegare 3 volte come se si trattasse di una pasta sfoglia. Lasciate in frigorifero per 15 min circa, quindi rimettetelo sulla spianatoia, stendetelo con il mattarello e ripiegatelo ancora. Dopo aver ripetuto questa operazione 3 volte, stendete la sfoglia sottile e ricavate tanti triangoli con la base di circa 12 cm. Se volete farcirli, ponete 1 cucchiaio di composto( marmellata o cioccolata) al centro di ogni triangolo. Arrotolate i triangoli di pasta partendo dalla base. Sigillate la punta pizzicandola con le dita. Disponete i croissant su una placca coperta con carta da forno , arcuate le estremità dei dolci e spennellate il tutto con un uovo sbattuto. Cuocere 15 min circa a 200°C in forno già caldo....SFORNATE E MANGIATE............

Nessun commento:

Posta un commento

°°° ER PORCO E ER SOMARO°°°

Una mattina un povero Somaro, ner vede un Porco amico annà ar macello, sbottò in un pianto e disse:-" Addio, fratello: nun se vedemo più, nun c'è riparo! " -Bisogna esse filosofo, bisogna; -iè disse er Porco -via, nun fà lo scemo chè forse un giorno se ritroveremo in quarche mortadella de Bologna! TRILUSSA