I Dolcissimi.................

Ho sempre adorato cucinare e in particolare fare dolci, ma non quelli da grandi chef complicati e difficili.....Una bella torta di mele, una soffice torta al cioccolato l'importante è che sia fatta con semplicità e amore e che delizi i palati che le gusteranno...















Lettori fissi

giovedì 6 ottobre 2011

*** STRUDEL DI UVA***

INGREDIENTI : PER LA PASTA  : 250 gr di farina- 1 uovo - sale - 40 gr di burro- 1 cucchiaio di strutto- 1 cucchiaio d'aceto- 
PER IL RIPIENO  : 500 gr di uva bianca -500 gr di uva nera - 2 cucchiai di mandorle spellate- 75 gr di pangrattato- 60 gr di zucchero -50 gr di burro- 1 tuorlo- 1 cucchiaio di cannella- 
PER GUARNIRE  : 1 tuorlo -1 cucchiaio di zucchero a velo-.

http://vecchisapori.blogspot.com
Impastate la farina assieme all'uovo, a un pizzico di sale, all'aceto, allo strutto e all'acqua necessaria a ottenere un impasto liscio e sodo; spalmatelo con il burro fuso e lasciatelo riposare per 30 minuti. NEL FRATTEMPO TAGLIATE A METà GLI ACINI D'UVA. iN UNA PADELLA FATE SOFFRIGGERE IL BURRO CON IL PANGRATTATO; AMALGAMATEVI LE MANDORLE TRITATE FINEMENTE.
Infarinate una tovaglia e stendete la pasta con il mattarello; tiratela fino a che non diventi sottile come un foglio di carta . Spennelate la sfoglia con il tuorlo d'uovo sbattuto e distribuitevi sopra il composto di burro e pangrattato, l'uva e lo zucchero in precedenza mescolato alla cannella. Sollevate un lato della tovaglia e arrotolate lo strudel trasferendolo poi su una placca da forno imburrata e infarinata ( o ricoperta da carta da forno). Pareggiate le estremità,spalmate la superficie con il tuorlo d'uovo e fate cuocere in forno già caldo a 200°C per 50 minuti. Terminata la cottura estrete dal forno, lasciate intiepidire e spolverizzate con lo zucchero a velo....
Un modo diverso per fare lo strudel visto che è tempo di uva ed è molto buona e dolce
(scusate ma la foto non è venuta benissimo, è un pò sfocata.....ufffaaa!!!! )


4 commenti:

  1. Ciao Carla,
    grazie ..un abbraccio

    RispondiElimina
  2. Che meraviglia !!! complimenti

    RispondiElimina
  3. Buonissimo questo strudel, lo faccio spesso anch'io.
    Però permettimi un'appunto: la ricetta è stata copiaincollata dal ricettario della "Giunti Demetra" (compresa la foto..non dire che è tua...)
    Buona giornata!!

    RispondiElimina

°°° ER PORCO E ER SOMARO°°°

Una mattina un povero Somaro, ner vede un Porco amico annà ar macello, sbottò in un pianto e disse:-" Addio, fratello: nun se vedemo più, nun c'è riparo! " -Bisogna esse filosofo, bisogna; -iè disse er Porco -via, nun fà lo scemo chè forse un giorno se ritroveremo in quarche mortadella de Bologna! TRILUSSA